Strategia digitale Studio Giano

5 step per la tua strategia digitale

28 gennaio 2016 by admin

Con il marketing digitale si possono sviluppare campagne di marketing e comunicazione integrate, targetizzate e capaci di generare risultati misurabili, che aiutino il brand a costruire una relazione con i propri clienti che produrrà valore nel tempo.

 

Strategie per costruire la propria immagine digitale

Una efficace comunicazione nel web non si può improvvisare e non può essere un’attività occasionale. Questo, a priori, va considerato e ponderato nella valutazione di avvio di una nuova strategia comunicativa.

Il punto di partenza, il biglietto da visita in rete è sempre il sito web, che deve diventare il  punto di riferimento per gli utenti che desiderano reperire informazioni. La costruzione dell’immagine aziendale on line parte da qui. E’ fondamentale offrire un’immagine coerente con la mission e la comunicazione corporate integrata del brand.

I social network sono comunque un elemento indispensabile se vogliamo utilizzare il web come strumento di promozione. Presidiare i più popolari, attraverso una strategia di comunicazione e un linguaggio più vicini ai nostri clienti o potenziali tali, è fondamentale per veicolare le informazioni e far atterrare quanti più utenti nel sito istituzionale.

Per costruire una strategia digitale efficace è necessario un lavoro preliminare di web listening e web monitoring per individuare nuove basi a cui proporsi e comprendere il punto di vista degli utenti sulle tematiche inerenti al brand.

1° step - verifica e osservazione della reputazione online

Ascolto e monitoraggio delle conversazioni in Rete.

Osserviamo le attività dei nostri competitor e dei nostri comparable per individuare le aree d’ascolto e l’analisi della visibilità e del sentiment, analizzare le fonti monitorando la blogosfera, i social network, le comunità virtuali, i siti di opinioni.

Obiettivi specifici:

• selezionare i luoghi in cui gli utenti ricercano informazioni o esprimono le loro opinioni in maniera libera, definendo così i confini dell’analisi;

• mappare una prima lista di influencer.

• capire le dinamiche e i modelli di relazione tra i partecipanti  alla conversazione, le regole della comunità e altre informazioni;

• conoscere in anticipo eventuali problemi;

• rilevare informazioni e percezioni sulle attività svolte dai diversi protagonisti del settore;

• raccogliere idee per lo sviluppo di nuovi servizi e iniziative di comunicazione.

2° step - Social media policy interna

Prima di aprire presidi di comunicazione sui social network è necessario avviare un processo strutturato per definire gli elementi chiave e i comportamenti organizzativi di base.

3° step - Social media policy esterna

La pubblicazione della social media policy esterna è opportuna per ridurre al minimo il rischio di critiche e malintesi relativi all’interazione con gli utenti.

4° step – Pianificazione strategica

La definizione degli obiettivi sarà la base per l’eleborazione di una corretta strategia. Dove vogliamo andare? Cosa vogliamo comunicare? Quale deve essere il nostro risultato? Definire le metriche significa capire cosa vogliamo misurare, se ci interessa l’engagement, la qualità delle conversazioni, il traffico al sito oppure le vendite da social.

5° step – Pianificazione operativa

Questo ultimo step è già operativo e prevede la corretta elaborazione del planning editoriale, che solitamente rispetta tre modalità di comunicazione

Modalità educativa Campagne di sensibilizzazione su tematiche afferenti alla mission del brand.

Modalità informativa Comunicazioni sulle attività ordinarie del brand.

Modalità di intrattenimento Attrarre utenti in maniera trasversale attraverso lo studio di contenuti che stimolano e coinvolgono.


Tag:, , ,

Lascia un commento